Ariel

Ariel

Attributo: Dio è la mia luce.

Pianeta: Sole.

Coro Angelico: Principali.

Sephirah: Tiferet.

Orario Regency: dalle 15 alle 15:20.

Si invoca per:

  • Avere nuove idee che illuminino i nuovi percorsi.
  • Grazie a Dio per i beni che ci manda.
  • Avere rivelazioni nei sogni.

Quelli nati sotto la vostra reggenza:

 

[sociallocker id="356″]

Avrai grandi idee, pensieri sublimi, spirito forte e sottile. Sarai discreto, ma con la capacità di risolvere i problemi più difficili, prendendo le tue decisioni al momento giusto. Ti piacerà meditare e imparare modi per comprendere le questioni mistiche. Farai scoperte che gioveranno alla purificazione dello spirito tramite il servizio a favore degli altri. Userà mezzi tecnologici come informatica, rabdomanzia, radionica e tecniche di transcomunicazione da applicare alla sua ricerca spirituale. Occuperà un posto di rilievo nella società, il suo motto di vita è: parlare significa che le persone si capiscono.

Le persone esperte non saranno mai mancate di rispetto; tutti gli aspetti della tua vita saranno pronti per il successo. Il suo grande intelletto gli farà avere astralmente una corona d'oro che rappresenta la luce della saggezza. Rappresenterà il potere e la conquista dell'armonia dell'uomo nella sua ricerca divina.

[/sociallocker]

 

Citazione dalla Bibbia:

Il Signore è buono con tutti;
ha pietà di tutta la sua creazione.

Salmo 145: 9

Ariel: "LA BELLEZZA DELL'ARMONIA"

Era appena tornata da scuola e si sentiva molto esausta. Era il momento degli esami e questo richiedeva maggiori sforzi per superarli.

Quella sera non ho quasi mai cenato. Era così stanca che ha deciso di andare a letto presto.

Lo ha fatto. Salutando i suoi genitori, la giovane Ariel cercò il riposo confortevole che avrebbe facilitato il sonno.

Avrebbe dormito per ore, si disse, aveva finito gli esami e quel pensiero la rassicurò.

Difficilmente si ricorderebbe la mattina dopo se gli ci volesse molto tempo per addormentarsi, la verità è che non fece altro che appoggiare la testa sul cuscino quando il suo spirito lasciò il corpo logoro reintegrando l'energia.

Mentre questo accadeva, lo spirito di Ariel viaggiò rapidamente attraverso la regione dei "Desideri", dove tutto è possibile solo desiderandolo.

Qualcuno la stava aspettando. Era un uomo anziano, sebbene la sua età avanzata non gli impedisse di muoversi con meravigliosa agilità. I suoi vestiti erano di una luce blu molto intensa e la sua voce era melodiosa e angelica.

"Seguimi Ariel, ti guiderò fino al posto dove vuoi andare" disse il vecchio.

E come fai a sapere quali sono i miei desideri? chiese la giovane donna, sorpresa.

-So tutto quello che ho bisogno di sapere su di te. Ma non preoccuparti e ora vieni con me - rispose enigmaticamente il vecchio -.

Il giovane Ariel gli obbedì e vide che in un batter d'occhio si erano trovati in un posto completamente diverso. Ma quanto è stato meraviglioso.

Davanti ai suoi occhi aveva ciò che aveva tanto sognato, la bellezza.

"Scegli ora che hai la possibilità di farlo", gli disse il vecchio.

Il giovane Ariel ha assunto una faccia e un nuovo corpo e si è sentita la donna più bella e bella dell'universo. Si voltò per ringraziare il suo benefattore, ma non c'era più.

Sarebbe andato di fretta, pensò Ariel, e avrebbe seguito le sue orme. All'improvviso si è ritrovato a casa, con la sua famiglia. La sua vita era normale, ma con la differenza che era la più bella di tutte le ragazze della regione. Ciò la rese felice, ma la sua felicità cambiò molto presto, perché tutti quelli che erano stati suoi amici fino ad ora le voltarono le spalle, perché era presuntuosa e arrogante.

Quella delusione la perseguitava, e allora voleva fortemente essere come prima, semplice e umile.

"Puoi migliorare anche quello," disse una voce alle sue spalle.

Era di nuovo il vecchio, che gli sorrideva dolcemente.

- Cosa devo fare per ottenerlo? chiese il giovane Ariel.

-Facile cara ragazza, lo auguro! -ha detto il vecchio saggio -.

Così fu, quando la giovane Ariel si ritrovò di nuovo a seguire il suo benefattore. Questa volta gli è stato mostrato un paesaggio diverso. Davanti a lei c'erano tre casse. Uno conteneva potere, un'altra ricchezza e un'altra armonia. La giovane donna prese l'ultima e poi, un forte trambusto fece tornare rapidamente lo spirito di Ariel al suo corpo riposato. Guardò fuori dalla finestra e vide due bambini che litigavano. Li chiamo per nome e immediatamente entrambi smettono di lottare per abbracciarsi amorevolmente.

Il giovane Ariel aveva acquisito una bellezza speciale, più duratura che fisica, quella dell'amore che sa portare la pace eterna agli altri.

Fine

19 commenti su “Ariel”

  1. Che belle parole, grazie, mio signore per così tanta marabilla e scusa e amore subtiel sensillamete Grazie, grazie. Mio Signore

  2. Mi fido del mio Dio, tuttavia so positivamente che abbiamo angeli che vegliano su di noi, credo fedelmente nell'angelo San Michele Arcangelo, ora un altro angelo si sta unendo. Ariel. Confiderò fedelmente in lui perché è lui che Dio ha designato per prendersi cura della mia vita. Grazie, Dio ti benedica. Amen

  3. Grazie mille per il messaggio, anche per avermi fatto conoscere il nome del mio angelo custode

  4. BELLA RIFLESSIONE, ANCHE MOLTO GRATA PER AVERMI DATO DI CONOSCERE IL MIO ANGELO CUSTODE.

  5. 🙂 Grazie per avermi dato l'opportunità di incontrare il mio angelo custode.

Lascia un commento