Rehael

Rehael

Attributo: Dio che accoglie i peccatori.

Pianeta: Giove.

Coro Angelico: Dominazioni.

Sephirah: Scacchi.

Orario di reggenza: dalle 12:40 alle 13 ore.

Si invoca per:

  • Mantenere la salute e la longevità.
  • Proteggici dal male.
  • Che possiamo vedere quando ci comportiamo male.
  • Influenzare l'amore parentale e filiale e l'obbedienza dei piccoli ai più grandi.

Quelli nati sotto la vostra reggenza:

[sociallocker id="356″]Colui che nasce sotto la sua reggenza sarà consapevole della necessità di rigenerare la materia in modo che ci possa essere un aumento della spiritualità. Egli sentirà l'amore disinteressato per tutti gli uomini sulla terra e li considererà figli di Dio. Farà guarigioni eccezionali attraverso le mani, o anche mentalmente. Anche attraverso la preghiera e l'emanazione di pensieri positivi. La sua verità sarà eterna, compiendo la missione karmica di sconfiggere i malvagi insieme al suo Angelo Custode. Egli studierà sempre mezzi e metodi per porre fine al male. Egli crede nei miracoli e questi gli accadono per mezzo della misericordia divina. Il suo ottimismo sarà contagioso e starà sempre bene con tutti. Sarà elevato, forte certamente convinto che l'uomo può superare i suoi ostacoli usando la sua intelligenza. Avrà l'adorazione per i suoi figli e farà di tutto per rimetterli in carreggiata nella vita [/sociallocker].

Citazione dalla Bibbia:

Ehi, Signore, abbi pietà di me.
Sii tu, Signore, il mio aiuto!

Salmo 30:10

REHAEL: "LA VERA CURA".

Da quel tragico incidente che gli è quasi costato la vita, Mario viveva come un principe. I suoi genitori volevano fargli dimenticare quello che era successo e hanno pensato che sarebbe stato meglio comprargli molti giocattoli e fargli piacere in tutti i suoi desideri.

La verità è che dopo pochi mesi, la stanza di Marlo è riuscita a malapena a entrare da tanti regali che aveva ricevuto, eppure non sembrava voler dimenticare l'incidente.

Era un ragazzo intelligente e sapeva che con quella commedia avrebbe attirato l'attenzione dei suoi genitori e avrebbe ottenuto tutto. Ecco come un ragazzo apprezzato da tutti è diventato una persona capricciosa, insopportabile ed egoista.

Quando giocava con i suoi compagni di squadra nessuno di loro lo accettava con piacere. Il più delle volte i giocattoli erano suoi e lui ha sempre voluto essere il direttore del gioco. All'inizio non pensavano fosse importante, perché volevano che facesse parte della banda come prima dell'incidente, ma col passare del tempo il suo comportamento era così asociale che nessuno voleva giocare con lui.

Un giorno, in coincidenza con l'inizio del nuovo anno scolastico, Mario incontrò una bella ragazza che si era appena trasferita in città ed era nella sua stessa classe. Subito si disse che doveva conquistarla, perché era la più bella di tutte quelle che aveva incontrato finora.

Non sono lento a studiare un piano d'attacco. Doveva fare colpo su di lei e questo non era un problema per lui. La ragazza, che non lo conosceva a fondo, si lasciò sedurre da lui, ma non ci volle molto a capire che era un uomo presuntuoso e orgoglioso.

Si è preso gioco di lei e non si è mai preso cura di lei se non per mettersi in mostra davanti ai suoi amici.

Quel comportamento ha fatto sì che i pochi compagni che gli erano rimasti lo respingessero. Si era spinto troppo oltre.

Beh, quello che doveva succedere è successo. Nonostante non sia stato accettato, a molti è mancato. Si chiedevano cosa gli sarebbe successo. Per settimane nessuno aveva avuto sue notizie.

Mario era molto malato. Soffriva di forti dolori e i medici gli diagnosticarono che i suoi reni non funzionavano bene e che avrebbe dovuto essere operato al più presto.

Mario era molto spaventato. Era sul tavolo operatorio e l'anestetico lo portò rapidamente nel mondo astrale, e da lì poté vedere come il chirurgo cercava di porre fine al male che lo affliggeva.

Non capiva bene cosa stesse succedendo, ma qualcuno glielo avrebbe spiegato. Era un essere bellissimo che ha attirato la sua attenzione.

- Hai paura, Mario? -chiedeva quell'essere misterioso.

- Dove mi trovo? Chi sei? - Rispondo molto spaventato.

- Tu sei nel mondo astrale, quello in cui viviamo mentre dormiamo, e io sono l'Arcangelo Raffaello. Sono qui per guarirti", ha spiegato l'Arcangelo.

- Ma io sono già guarito, non lo vedi? -Il giovane rispose.

- Sì, proprio così. Egli guarirà il tuo corpo, ma non avrà successo se non accetti prima di guarire la tua anima", ha detto Rehael.

- E come dovrei fare? -Chiedo a Mario.

- Guardate queste immagini e dite quello che vedete.

Mario vide in pochi secondi come il suo comportamento avesse generato molta disarmonia. Sentiva tutto il male di coloro che aveva fatto soffrire, e diceva:

- Penso di essere stato molto egoista, e capisco di aver creato io stesso la malattia", rispose il giovane con le lacrime agli occhi.

Improvvisamente si svegliò e fu circondato da tutti i suoi compagni. Era ancora in ospedale, ma l'operazione era stata un successo e Mario sarebbe guarito completamente. Ma la cura migliore era quella del suo cuore, che ancora una volta batteva al ritmo dell'amore sincero.

Fine

25 pensieri su "Rehael".

  1. Alfonso Cárdenas Romero

    Questo nuovo cammino di LUCE che ho trovato sapendo quale sia il mio Angelo Protettore produce un sentimento molto intimo di emozione che mi indica il cammino della felicità di stare con Dio Padre Celeste,

  2. Silvia Techera

    Come è possibile che sappiano quale o chi è il nostro Angelo. Vorrei saperne di più su di lui.

  3. margaarita luz del carmen villegas

    Grazie Arcangelo Raffaele so che sei il mio angelo custode ed è per questo che sono così protetto, grazie a Dio papà per avermi dato un così bel tutore.

  4. CIAO, SONO ELINA!

    VOLEVO SAPERE SE C'È UN ANGELO CUSTODE PER CHI AMA IL COLLEGE E CHRISTINA KICHNNER?

    BACI,

    ELINA HANISCH

  5. CIAO RAGAZZE, SONO NATO IL 22 OTTOBRE 1984, IL MIO ANGELO CUSTODE È BILLY GATES, PERCHÉ È RICCO E FAMOSO, CHE ADORO.

    BACI,

    GUILLERMINA

  6. SONO NATO IL 1° DICEMBRE... E VI RINGRAZIO PER AVERMI FATTO NOTARE CHE IL MIO ANGELO CUSTODE È RAFFAELLO... MI SENTO MOLTO FELICE DI SAPERE CHE POSSO CONTARE SUL MIO ANGELO OGNI VOLTA CHE VOGLIO RINGRAZIARLO O CHIEDERGLI QUALCOSA.

  7. Pensavo che il mio angelo custode fosse Chamuel, che mi accompagna. Ora conosco anche Rahel, quello che mi accompagna. Conosco il suo nome. Grazie.

  8. patricia serrano m

    Grazie per avermi fatto conoscere il nome del mio angelo, sto attraversando un momento molto difficile ma ora ho qualcuno a cui rivolgermi per la guida e la direzione

  9. doralys martinez

    È la storia più bella che raggiunge l'anima e ci fa riflettere grazie buona giornata

  10. Pensavo che il mio angelo custode fosse DANIEL,,,, oggi vedo che il suo nome è REHAEL,,,.
    In ogni caso, sono felice di sapere che un Angelo guida il mio cammino spirituale e che posso contare su di lui per tutto ciò di cui ho bisogno in questa vita. 😛

  11. Grazie Amato Arcangelo San Raffaele, per la tua presenza amorevole nei processi di guarigione per l'umanità e per avermi accompagnato nella mia crescita spirituale e nella mia consapevolezza.

  12. È sempre con me, lo sento qualche volta, ma quando mi rendo conto
    che mi parla mi confondo e non capisco cosa dice, sento solo
    dice GRACIELA, sono sorpreso, a volte sento il suo profumo e a volte qualcosa
    che mi massaggia il braccio o la schiena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non copiare gli altri, meglio creare i tuoi contenuti.

Scorri verso l'alto