Yeiayel

Yeiayel

Attributo: Giustizia divina.

Pianeta: Urano.

Coro Angelico: Cherubini.

Sefirah: Hojmah.

Orario di reggenza: dalle 7 alle 7:20.

Si invoca per:

  • La protezione della nostra fama e della nostra fortuna.
  • Proteggere i negozi.
  • Per aiutarci nei nostri studi.
  • Alla scoperta della vocazione e di nuovi percorsi.

Citazione dalla Bibbia:

È il Signore che si prende cura di voi,
il Signore è la tua ombra protettrice.

Salmo 121:5

Quelli nati sotto la vostra reggenza:

[sociallocker id="356″]Colui che nasce sotto la sua reggenza ha uno spirito segnato dal principio del cambiamento, perché sa che nulla è permanente e quindi non può perdere un momento della vita. È originale ed esotico nel suo modo di pensare e di agire. Spesso è considerato un pazzo o una persona superstiziosa. Ha idee filantropiche, è generoso e odia la sofferenza umana. Lavorerà sempre per il bene comune. Dovrà viaggiare e visitare altri paesi misteriosi. È un medium con un eccellente grado di paranormalità. Sarà ricercato da persone che, credendo nella sua forza, cercheranno di contenere le sue predizioni o premonizioni. Sarà compassionevole, diplomatico, con grande capacità di catturare i pensieri delle persone con cui vive. Egli distribuirà sempre gioia. [/sociallocker]

OCCHIELLO: "IL PACCO DEL FUOCO E DELL'ACQUA

Quarant'anni di avversità sono stati sufficienti per spazzare via e impoverire la regione che una volta godeva di grande ricchezza e prosperità. Nessuno avrebbe detto, dopo aver contemplato un paesaggio così desolato, che Lujup era stato una terra di re e di potere.

L'unica cosa che sembrava essere rimasta intatta, e che era miracolosamente sopravvissuta a quegli anni tristi, era un'alta torre dove si diceva che abitassero i Dodici Anziani, uomini saggi la cui missione era quella di mantenere l'equilibrio nell'Universo.

Tuttavia, il suo lavoro era fallito, Lujup non poteva essere una terra di armonia e di pace.

Al contrario, per quarant'anni era stata la scena in cui un grande popolo, che un giorno era uno solo, si era diviso, ma non prima di aver distrutto con la guerra dopo la guerra tutto ciò che aveva creato e amato.

Tutto è iniziato un giorno in cui il principe Hesed ha deciso di cercare una moglie. Ma quel desiderio non presentava alcun ostacolo per i suoi genitori, se fosse stato molto presto, dato che il principe annunciava di non essere disposto a sposarsi come l'usanza stabilita. Non amava Yesod, la principessa con la quale doveva essere unito, perché questo era stato concordato dai vincoli reali.

- Amo la principessa Netzah. So che è più giovane, ma il mio cuore le appartiene", supplicò il bel principe a suo padre.

- Ma figlio mio, sai benissimo che se sposerai la principessa Netzah e rifiuterai Yesod, violerai gli accordi.

- Se non è con la dolce Netzah, non mi sposo", ha detto il principe Hesed in modo definitivo.

Il padre conosceva molto bene il figlio e sapeva che nulla e nessuno gli avrebbe fatto cambiare idea, e armato di coraggio ha esposto nel grande consiglio la decisione del principe.

Potete immaginare cosa è successo. Il padre della principessa Yesod fu umiliato e chiese la guerra. Niente poteva impedire a Lujup di dividersi in due regni da quel momento in poi.

Quarant'anni di combattimenti non erano stati sufficienti a porre fine alle dispute che mantenevano il regno del fuoco e il regno dell'acqua.

Alcuni avevano il potere di creare il seme vivificante, ma il regno del fuoco non poteva far crescere quel seme se mancava l'acqua, il cui potere era quello di fertilizzare. Avevano bisogno l'uno dell'altro, ma nessuno dei due era disposto ad arrendersi.

Un giorno, un viaggiatore errante bussò alle porte del Santuario dove vivevano i Dodici Anziani, e dopo aver dato il suo nome le porte si aprirono.

Tutti erano molto sorpresi, perché a nessuno era permesso di entrare nel Tempio.

Per tre giorni e tre notti lo straniero parlava con gli Anziani, e quando arrivò al quarto, chiese di incontrare il re delle terre del fuoco e il re delle terre dell'acqua.

Diceva di chiamarsi Eyael ed era un saggio astrologo che un giorno, parlando con le stelle, ricevette la missione di dirigere i suoi passi verso quelle terre con lo scopo di restituire il suo dono.

- Che i vostri figli siano uniti dall'amore", disse ai re.

E quando lo fecero, entrambi i regni furono fusi in uno solo e riacquistarono il loro dono: il Potere Creatore Fondatore.

La vita fiorì e crebbe. Tutto si è moltiplicato con gioia. Lujup divenne di nuovo quella terra dove tutti avrebbero sperimentato di nuovo il potere della ricchezza, della prosperità e soprattutto della saggezza.

Fine

22 pensieri su "Yeiayel".

  1. evangelina mendoza

    Eccellente, i miei apprezzamenti, sul mio angelo della protezione alla mia data di nascita, rendo grazia a DIO Yal universe......

  2. Ho sempre saputo di avere un angelo protettore al mio fianco, un giorno ho scoperto il suo nome; BENJAMIN, mi ha detto di chiamarlo, e lui non si allontana mai dal mio fianco, so com'è fatto, l'ho visto. Sono una persona di 63 anni, questo è vero, lo affido sempre per primo al mio angelo per tutto quello che farò, naturalmente ringraziando prima Dio per avermelo dato.

  3. Oggi conosco il nome dell'angelo custode di mia figlia, ho sempre saputo che ha un angelo che si prende cura di lei, la protegge e la riempie di tanto amore.

  4. yazmin peccaminoso

    Lo faccio ancora. Non sapevo quale fosse il mio angelo .aora lose ybfrankamente nose k pueda aser ...aunke aora sevkmmm mi angelelel es grandioso 😀 0:) 😉

  5. Vi consiglio di pregarlo sempre e di chiedergli di manifestarsi ad un certo punto se è la volontà di Dio e lui vi dirà il suo nome attraverso il pensiero. Ho visto il mio quando ero bambino, era un raggio di luce a forma di persona che emanava molto amore e da adolescente mi ha dato il suo nome: Ismaele e mi ha chiesto di cercarne il significato che era in qualche libro della mia biblioteca fino a quando non l'ho trovato. Benedizioni

  6. Ángeles Pérez Zapata

    Grazie per avermi detto chi è il mio angelo custode, e mi interessava molto chi era e cosa faceva, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItaliano